Metodo relazionale Davison (III parte)

La casa III di contro è una casa comunicativa che vorrebbe esprimersi attraverso i contatti con l’esterno, quindi una Venere in casa III vorrebbe di sicuro vivere la coppia nel sociale ma lo Scorpione ne frena la riuscita perché al contrario ama nascondersi. Chi sarebbe più disposto ad uscire allo scoperto è sicuramente il partner più vecchio che, grazie anche alla congiunzione di Venere con Mercurio, amerebbe traghettare la coppia nel sociale ma la moglie, partner più giovane, con la posizione di Venere in questa sede è attratta e concentrata dai suoi studi new age. La sua gioia è nell’interessarsi di studi alternativi, forse poco pragmatici per il marito per poterli condividere con lui. Ultima considerazione da fare, ma non la meno importante, è di notare la quadratura che fa Venere ai Nodi Lunari, un elemento in più che non parla a favore dell’armonia di coppia in una carta già dominata da molti aspetti dinamici. I Nodi Lunari nella tecnica di Davison si riferiscono al percorso evolutivo che la coppia deve perseguire. In particolare il Nodo Sud rappresenta il campo diesperienza in cui la coppia mostra un certo grado di maturità e le energie che sono capaci di gestire senza ulteriori difficoltà. Da qui poi partono le ris orse psicologiche che hanno a disposizione per evolversi rivolgendosi al Nodo Nord, il quale può essere considerato come il punto di arrivo di una graduale evoluzione nel tempo. La quadratura di Venere ai Nodi può essere letta come una sostanziale difficoltà che la coppia vive nell’abbracciare questo loro particolare percorso evolutivo che partendo da una vita quotidiana senza riferimenti costanti di orari (Nodo Sud in Acquario in casa VI) per via sia del lavoro di lei soggetto a turni (diurni e notturni) e anche di lui con un lavoro d’artigiano senza orari fissi; si potrebbe intuire inoltre che questa situazione li faccia soffrire visto la posizione di Chirone in casa VI e che molto debbano sforzarsi per superare queste condizioni di non programmabilità del quotidiano. Dalla parte del Nodo Nord, in Leone in XII casa, troviamo una larga congiunzione di Urano che già presagisce al poco usuale modo di gestire la vita matrimoniale, con una lunga separazione, il divorzio, il ritorno alla convivenza e le crisi che di tanto in tanto si riaffacciano. Forse la vicinanza di Plutone all’Ascendente era già significativa di un vissuto coniugale molto intenso e non privo di crisi. Ma ciò che potrebbe volere questo Nodo Nord in ultima istanza è di accettarsi l’un l’altro con tanto amore, tolleranza e apertura mentale ricordandosi che come una volta le figlie hanno funto da collante per la coppia, così ancora nel tempo possono rivelarsi essere il fulcro del loro rapporto.

 

Un pensiero su “Metodo relazionale Davison (III parte)

  1. per chi volesse approfondire, in lingua italiana:

    Mona Rigger
    Manuale di Astrologia della Coppia,
    ed. Mediterranee, Roma, 2006

    € 29.50

I commenti sono chiusi.