Urano in Toro

Dal punto di vista astrologico questi primi giorni di marzo sono piuttosto febbrili. C’è aria di cambiamento, di modifiche importanti, di cambi di direzione ma anche di dubbi e ripensamenti. Andiamo con ordine. La Luna Nuovo in Pesci congiunta a Nettuno è come fare un salto in lungo ma senza vedere bene cosa c’è dopo l’ostacolo. La lunazione è sempre foriera di aspettative, nuove prospettive e desiderio di un nuovo inizio ma cosa c’è di più indefinito di Nettuno che condiziona fortemente questa Luna Nuova? Ovvio che il pianeta della nebbia, della confusione, dell’offuscamento non  ci fa vedere chiaramente verso dove ci stiamo dirigendo con la nostra volontà e con le nostre scelte ma c’è sempre quel sottofondo di speranza mista a illusione che ci fa credere di stare percorrendo la strada giusta. A fare il paio con questa energia confusionaria c’è la retrogradazione di Mercurio, il dio dell’intelletto che si fa retrogrado e di certo non aiuta a vagliare bene la strada da percorrere. Già di per sé Mercurio in Pesci è un chiaro indicatore di idealizzazione e scarsa capacità di giudizio se poi si fa anche retrogrado nel segno del misticismo ecco che la confusione dentro di noi ci attanaglia.
Su tutto questo ecco che fa da guida il nuovo ingresso di Urano in Toro. Nel pacioso e riflessivo segno di terra del Toro Urano si fa più prudente, più calmo, più deciso a costruire anziché demolire come nel segno dell’Ariete. I tempi si fanno meno convulsi ma allo stesso tempo le soluzioni possono arrivare all’improvviso. Quello che c’è da capire è che le scelte in realtà saranno state a lungo vagliate anche se ci sembrerà di prendere decisioni improvvise. Il Toro non ci permetterà di sbagliare, saranno la prudenza e l’accortezza che ci occorrono per dirigere bene le nostre energie e Urano coglierà sempre l’attimo giusto per agire perché quella è la sua caratteristica.

Annunci

Lory Del Santo, nonostante tutto!

Di solito il titolo di un articolo è il punto finale ma questa volta è venuto fuori dalla penna per primo e parto da qui. Lory Del Santo, nonostante un’infanzia con una madre fredda e scostante, nonostante amori fallimentari, nonostante la perdita del suo bambino in un tragico incidente, nonostante il chiacchieratissimo amore con un ragazzo più giovane di lei di 33 anni, nonostante il suicidio del suo secondo figlio. Lory Del Santo, nonostante tutto! Ma andiamo con ordine.

Loredana Del Santo, in arte Lory è una giovane e bella ragazza che cerca nella televisione un posto per essere notata, come vuole la sua Luna alta nel cielo di nascita, e così inizia la sua carriera da donna di spettacolo con un programma cult degli anni ’80 diretto da Renzo Arbore dove interpreta la sexy archivista. Da lì si sposta negli studi berlusconiani del Drive in dove continua a rivestire un ruolo sexy. Il tempo passa ma ormai, quella della donna sexy e un po’ svampita, è diventata una maschera che però lei indossa volentieri perché apparire ed essere ammirata le è nelle corde. Alla sua carriera da donna di spettacolo si affianca di apri passo la vita privata.

In più di un’intervista, così come nella sua autobiografia, Lory parla di una difficile vita familiare da cui è scappata giovane anche per sfuggire a particolari attenzioni da parte di uomini poco adatti a lei. Che questa brutta esperienza l’abbia segnata così profondamente da interferire anche in futuro nella sua ricerca costantemente frustrata della felicità di coppia? Forse sì, non lo sappiamo ma fatto è che, a fronte di alcuni amori supposti e altri accertati, Lory fa difficoltà a trovare pace sul fronte del cuore.

Un giorno conosce Eric Clapton a Milano mentre il cantante era in città per un suo concerto e  pare che Clapton si sia subito innamorato della bella Lory tanto da ritornare poco dopo nella città lombarda e iniziare la relazione con lei. Con Clapton Lory sembrava, a detta di tutti, aver trovato la felicità. Nasce un figlio, Conor, che sarebbe potuto essere il coronamento di un amore ma a soli 5 anni di vita, il piccolo cade accidentalmente dal 53 piano di un grattacielo di New York e questo dramma familiare li allontana definitivamente e sancisce la fine della loro storia. Un dolore immenso quello della perdita di un figlio ma Lory trova dentro di sé la forza per andare avanti. Altri incontri sentimentali, un  figlio, Devin, nato dalla storia con Silvio Sardi e infine Loren, terz’ultimo figlio, di cui non vorrà mai svelare l’identità del padre. Il tempo passa, amori che nascono e che finiscono ma Lory non sembra indietreggiare di fronte alle turbolenze affettive tant’è che si rinnova nello spirito iniziando una relazione con un uomo più giovane di 33 anni. Piovono le critiche su di lei, il chiacchiericcio da salotto, ma Lory vuole la felicità ed è sicura di averla trovata nel giovane uomo. Sembra che le cose vadano nel verso giusto ma nell’agosto del 2018, a Miami, suo figlio Loren malato di una terribile malattia mentale, l’anedonia, si suicida. Un’altra dura, durissima prova per una donna che sembra non trovi pace nella sua vita. Per superare questo momento, Lory decide di partecipare ad un reality per Vip, lasciando molte persone perplesse per la scelta. A questo punto abbiamo tante informazioni per poter osservare il suo Tema e capire se, con una lettura a  posteriori, sono in qualche modo ravvisabili nel suo cielo di nascita gli elementi fondanti della sua vita .

tn lory del santo

 

Lory nasce con il Sole in Bilancia in casa 3 e Venere che governa il suo Sole si trova nella stessa casa ma nel segno precedente, in Vergine. L’ascendente è nel regale Leone e Urano è prossimo a sorgere. La donna di spettacolo la vediamo nell’ascendente Leone, dalla seconda casa nel segno e dalla Luna, l’astro che riguarda la popolarità stagliata nel luogo più alto nel suo cielo. Ma il suo Tema, col senno di poi naturalmente, parla anche della sua insoddisfazione affettiva e nella sua ricerca della felicità che fa un po’ di fatica a trovare. Nata in Luna piena dunque Luna opposta al Sole, Marte governa la Luna  ed è quadrata a Marte stesso. Venere quadrata a Saturno dalla Casa 5 quella della vitalità della gioia, dei figli, cuspide di casa VII in Acquario e Urano che lo governa, in casa I prossimo all’ascendente e dunque opposto alla casa delle relazioni. Tutti valori che, se sommati tra loro, non favoriscono la stabilità affettiva ma parlano piuttosto di prove, rinunce, separazioni improvvise di natura di casa 5, quella come già detto relativa ai figli e agli amori.

Per Lory Del Santo, la figura maschile interiorizzata, che nel Tema di una donna leggiamo attraverso il Sole e Marte, nella sua Carta Natale è sì dominante ma anche frustrante perché non all’altezza delle necessità soprattutto emotive. Il Sole infatti è opposto alla Luna mentre Marte è in quadratura a Plutone. La Luna, scrigno della sfera più intima, è sotto l’assedio di energie maschili sovrastanti e questo vuol dire che le relazioni non sono state appaganti quanto piuttosto manchevoli in qualcosa. Marte quadrato Plutone non indica di certo una mascolinità virile e forte caratterialmente, le caratteristiche di una figura maschile di cui invece avrebbe avuto bisogno nella sua vita per affrontare le grandi prove di cui è stata protagonista. Paradossalmente, a starle vicina dopo il suicidio di Loren è il suo compagno appena ventisettenne, un altro figlio praticamente! Nel  grafico di nascita di Lory Del Santo Mercurio è in encadrement proprio tra Venere, l’amore, e il Sole, il partner. Un compagno molto giovane le è consono e affine per di più Venere è in Vergine governata proprio da Mercurio che indica i giovani.

Come sappiamo i simboli astrologici hanno diverse letture, diverse interpretazioni come la quadratura tra Marte e Plutone in cui ravvisiamo, non solo le qualità deludenti, frustranti del partner maschile ma anche la natura violenta degli accadimenti più intimi che Lory del Santo ha vissuto perché sono due pianeti appunto dalla natura violenta Marte e pericolosa Plutone. Marte, nel suo Tema, governa la casa X in Ariete mentre lo Scorpione governato da Plutone è in casa IV benché sia intercettato. La casa IV è la famiglia di nascita e quella che costruiamo nella vita ma è anche ciò che di più intimo abbiamo e che non mostriamo né condividiamo con gli altri. La casa IV sono le radici intese come ambiente familiare dove siamo cresciuti ma anche radici psicologiche, ci indica da dove veniamo, ci parla dei nostri genitori, soprattutto del padre e nel Tema  di Lory Del Santo troviamo ben due pianeti, Nettuno e Giove congiunti in semiquadratura a Saturno e in sestile a Plutone. Qualcosa non deve essere funzionato già dall’infanzia della showgirl, qualcosa di importante deve esserle mancato. Leggevo in una sua intervista del padre che è morto in un incidente quando lei era piccola, morte ravvisabile in quel semiquadrato Giove-Nettuno a Saturno. Giove funge da figura maschile protettrice ma la congiunzione a Nettuno gli fa perdere forza e diventa evanescente, una figura maschile importante come può essere quella di un padre che sparisce all’improvviso e con una modalità di  taglio secco saturnino. I simboli restano ma con il tempo cambiano gli attori.

Negli anni altre figure maschili diventano importanti per una donna, in primis i figli se ce ne sono e Lory ne perde drammaticamente due! Io dico sempre che quando un aspetto, un pianeta, paiono dirci qualcosa, dobbiamo riscontrare quel messaggio anche in più aspetti altrimenti vorrà dire altro. Non sono partita per questa mia interpretazione dunque da un aspetto che, in realtà, cattura subito l’occhio, come Saturno in casa 5 ma che ora, con il confronto con altri aspetti che ripetono con altre parole lo stesso concetto, sappiamo che ha funzionato come da manuale! Saturno in casa 5, come la Tradizione vuole, non è foriero di gratificazioni affettive e non lo è nemmeno per ciò che riguarda i figli. Dopo aver visto che tutto il Tema parla in questa direzione ora possiamo dire che il suo Saturno in casa 5 ha lavorato davvero da manuale!
Un’occhiata al ritorno solare del 2017, quello che era ancora attivo al momento della morte del figlio Loren. Io non sono documentata su dove si trovasse Lory Del Santo il giorno del ritorno solare ma, se conoscete la mia impostazione sull’argomento, sapete che io domifico sempre e comunque per il luogo di nascita. Le ragioni di tale scelta sono ampiamente spiegate nel mio piccolo manuale “Il ritorno solare” in vendita su amazon.

 

rs lory del santo
La prima cosa che mi salta all’occhio è l’inversione degli assi tra il Tema Natale e la rivoluzione solare, come se la vita si fosse capovolta all’improvviso sulle priorità, sui valori di lei. Nel Tema di nascita Lory Del Santo ha l’ascendente nel segno del Leone e il Fondo Cielo nel segno della Bilancia, nella rivoluzione solare  l’ascendente è nel segno della Bilancia e il Leone si posiziona al Medio Cielo. La famiglia, rappresentata dalla casa IV in Bilancia nella Carta di nascita è il settore che sorge nel Tema di rivoluzione e Giove, che governa la casa 3 quella delle persone giovani a noi vicine ma che è anche il governatore notturno della casa 5, quella dei figli, è congiunto all’ascendente, opposto a Urano in casa VII ed in semiquadratura a Marte che governa Urano stesso.  La Tradizione astrologica non considera Urano perché non visibile ma di Marte ne traccia un profilo chiaro, è un pianeta violento, ma noi che trattiamo astrologia moderna sappiamo che anche Urano ha del pericoloso. La sua natura è improvvisa, fulminante e, col senno di poi, non ci meraviglia questo doppio contatto di Urano e Marte a Giove. Dalla casa 5, quella dei figli, c’è un altrettanto preoccupante e insidioso contatto di opposizione tra Nettuno e Marte. Nettuno non è un pianeta che i moderni astrologi considerano pericoloso ma subdolo sì, evanescente e capace di indicare chiaramente una sparizione nel nulla di qualcosa o di qualcuno. Inoltre indica le droghe ma anche le persone con disturbi mentali e, come Lory Del santo stesso ha riferito, il figlio aveva una grave malattia mentale. L’ultimo contatto su cui voglio portare l’attenzione è la congiunzione Luna Saturno, foriera di chiusura, dolore, freddo nel cuore per via di una fine dolorosa, in quadratura a Mercurio che, repetita iuvant, indica, tra le altre cose, ma qui chiaramente, i figli!

Sole in Acquario

sole in acquario

Nel Tema d’ingresso del Sole in Acquario, con la domificazione convenzionale per Roma, l’ascendente cade nel segno dei Pesci e il suo governatore moderno, Nettuno, è in casa 12 in quadratura al midpoint Giove Venere in Sagittario. I due benefici, benché Venere si stia allontanando da Giove, sono ancora congiunti e la quadratura di Nettuno vanifica leggermente il loro effetto benefico immettendo dubbi e perplessità nelle questioni affettive o di denaro.

Il Sole è in casa 11 e il primo aspetto che compirà sarà il giorno successivo quando si compirà la Luna Piena in Leone a 00°52’ del segno. Momento di resa dei conti, del raggiungimento di un’apice che coinvolge sia i valori di casa 5, governata dalla Luna, che di casa 6 cuspide Leone e governata dal Sole.

C’è da segnalare che il 6 del mese anche Urano, l’unico pianeta retrogrado del periodo,  torna diretto a 28° Ariete e inizia la sua corsa versa il segno del Toro. Un mese senza retrogradazioni è sempre più immediato e scorrevole di periodi in cui, come nell’estate sorsa, più pianeti sembrano rallentare il passo, ovviamente dalla nostra percezione ottica e non sul piano reale. Un buon mese quello dell’Acquario, da vivere con qualche accortezza sul piano dei valori, che siano economici o affettivi.

 

 

Uno sguardo al 2019

Astrologicamente parlando, il 2019 si presenta come un anno molto vivace ma quasi diviso a metà. La prima parte sarà indubitabilmente connotata dall’elemento fuoco e questo per via della presenza di Giove in Sagittario ma anche di Urano in Ariete, poi, quando il 6 marzo Urano entrerà definitivamente in Toro, l’ago elementale si sposterà sempre più verso l’elemento terra. Nonostante il passaggio importante di segno di Urano tuttavia il fuoco non si spegnerà perché Giove è in domicilio in Sagittario, quindi forte, e quando i pianeti veloci transiteranno in Ariete in primavera e in Leone in estate l’energia prorompente e dinamica dell’elemento fuoco si farà sentire.

Gennaio, nonostante sia il mese del Capricorno, avrà una grande concentrazione di pianeti in segni di fuoco e ci saranno giorni, addirittura, in cui la Luna, Mercurio, Venere e Giove si troveranno allineati tutti nel 9° segno anche se tecnicamente Mercurio e Venere non si incontreranno per uno scarto di 2 giorni ma lavoreranno comunque come una staffetta. Marte sarà in Ariete, il posto migliore dove potrebbe trovarsi perché da lì dona sicurezza in sè stessi e determinazione. Buon mese dunque per le questioni affettive in generale, sia per quelle esistenti che per le nuove avventure ma anche per nuovi inizi a 360° o se vogliamo dare tagli decisi a qualcosa che non ci rappresenta più.

Vedremo, via via, che entreremo nell’ano nuovo cosa ci riserveranno le stelle nei mesi seguenti.
Per ora buon Natale e buone feste a tutti.

natale 2014

Nuovo libro sui transiti

Dedicando il giusto tempo e la giusta attenzione che merita, ho concluso la lettura del libro “I transiti. Trattato teorico pratico” di André Barbault tradotto dall’instancabile Enzo Barillà. Non so da dove cominciare per complimentarmi, per logica inizio dalla materia prima del più importante astrologo vivente che non ci delude mai con le sue accurate analisi ed esempi esplicativi perché la teoria non resti tale ma sia poi usufruibile nel pratico.
I complimenti poi li faccio molto volentieri ad Enzo Barillà perché tradurre Barbault non deve essere cosa facile, ha il suo stile complesso come ci si aspetta da un grande pensatore ma poi l’onere di tradurre fedelmente ciò che dice in un’altra lingua è tutta a carico di chi ci si cimenta, in questo caso Enzo Barillà che non ci fa accorgere delle difficoltà traduttive che sicuramente avrà incontrato ma rende molto fluida e scorrevole la lettura. Consiglio a tutti il testo che lo trovate su amazon.