Uno sguardo al 2019

Astrologicamente parlando, il 2019 si presenta come un anno molto vivace ma quasi diviso a metà. La prima parte sarà indubitabilmente connotata dall’elemento fuoco e questo per via della presenza di Giove in Sagittario ma anche di Urano in Ariete, poi, quando il 6 marzo Urano entrerà definitivamente in Toro, l’ago elementale si sposterà sempre più verso l’elemento terra. Nonostante il passaggio importante di segno di Urano tuttavia il fuoco non si spegnerà perché Giove è in domicilio in Sagittario, quindi forte, e quando i pianeti veloci transiteranno in Ariete in primavera e in Leone in estate l’energia prorompente e dinamica dell’elemento fuoco si farà sentire.

Gennaio, nonostante sia il mese del Capricorno, avrà una grande concentrazione di pianeti in segni di fuoco e ci saranno giorni, addirittura, in cui la Luna, Mercurio, Venere e Giove si troveranno allineati tutti nel 9° segno anche se tecnicamente Mercurio e Venere non si incontreranno per uno scarto di 2 giorni ma lavoreranno comunque come una staffetta. Marte sarà in Ariete, il posto migliore dove potrebbe trovarsi perché da lì dona sicurezza in sè stessi e determinazione. Buon mese dunque per le questioni affettive in generale, sia per quelle esistenti che per le nuove avventure ma anche per nuovi inizi a 360° o se vogliamo dare tagli decisi a qualcosa che non ci rappresenta più.

Vedremo, via via, che entreremo nell’ano nuovo cosa ci riserveranno le stelle nei mesi seguenti.
Per ora buon Natale e buone feste a tutti.

natale 2014

Annunci

Nuovo libro sui transiti

Dedicando il giusto tempo e la giusta attenzione che merita, ho concluso la lettura del libro “I transiti. Trattato teorico pratico” di André Barbault tradotto dall’instancabile Enzo Barillà. Non so da dove cominciare per complimentarmi, per logica inizio dalla materia prima del più importante astrologo vivente che non ci delude mai con le sue accurate analisi ed esempi esplicativi perché la teoria non resti tale ma sia poi usufruibile nel pratico.
I complimenti poi li faccio molto volentieri ad Enzo Barillà perché tradurre Barbault non deve essere cosa facile, ha il suo stile complesso come ci si aspetta da un grande pensatore ma poi l’onere di tradurre fedelmente ciò che dice in un’altra lingua è tutta a carico di chi ci si cimenta, in questo caso Enzo Barillà che non ci fa accorgere delle difficoltà traduttive che sicuramente avrà incontrato ma rende molto fluida e scorrevole la lettura. Consiglio a tutti il testo che lo trovate su amazon.

Classifica astrologica 2019

Fare le classifiche non ha mai completamente senso perché ogni segno ha sempre, durante un anno, dei periodi fortunati e scorrevoli ma non è neanche completamente sbagliato farle perché le geometrie astrali si pongono sempre in modo da favorire di più qualche segno un anno per poi favorirne altri l’anno successivo.
Per questa classifica ho tenuto conto dei transiti dei pianeti lenti, degli aventuali anelli di sosta dei pianeti veloci, delle eclissi e del peso specifico di un transito per ogni segno.
Via alla classifica!
12 posto Bilancia
11 post Gemelli
10 post Vergine
9 posto cquario
8 posto Cancro
7 posto Pesci
6 posto Ariete
5 posto Capricorno
4 posto Toro
3 posto Leone che si libera dalla quadratura di Giove che va in trigono e si libera del lunghissimo anello di sosta Marte in opposizione
2 posto Scorpione che ha sì Urano in opposizione ma anche il trigono di Nettuno, il sestile di Saturno e Plutone e Giove in casa seconda
1 posto Sagittario che non ha nessun astro contrario tranne Nettuno che però è un pianeta lentissimo e ha Giove, il suo governatore nel segno!

Sole in Bilancia

Siamo nel pieno della stagione della Vergine, segno di terra e molti pianeti sono distribuiti proprio in questo elemento. Presto però, con l’ingresso del Sole in Bilancia, le geometrie celesti cambieranno e ci sarà una più variegata espressione dei quattro elementi acqua, terra, aria, fuoco.

La Carta d’ingresso del Sole in Bilancia, domificata convenzionalmente per Roma, coincide con l’equinozio d’autunno. L’ascendente è nel segno del regale Leone e il Sole è nel domicilio di Venere che lo governa e che a sua volta si trova in esilio in Scorpione.

La staffetta planetaria dei relativi governatori vede dunque il Sole in caduta e Venere in esilio. Nonostante il mese sia dedicato astrologicamente al pianeta Venere c’è poca forza di natura venusiana a colorare questa Carta. L’astro notturno, la Luna, ha invece maggiore forza poiché si trova in Pesci ed è congiunta a Nettuno nonché trigono a Venere stessa. Probabilmente la Luna sarà la forza veicolare del mese che trattiene l’energia gioviana dei Pesci e la rilascia a Venere che, sebbene in esilio, si trova nello stesso segno in cui transita Giove stesso, in Scorpione.

 

27 luglio eclissi lunare totale

La fine del mese è davvero significativa dal punto di vista astrologico, forse troppo. Il 26 Mercurio diventerà retrogrado, il giorno seguente ci sarà la Luna piena eclissi totale lunare in Acquario a 4° con il luminare notturno congiunto a Marte ed entrambi in quadratura a Urano come il Sole. Non male…! Le interpretazioni devono essere caute perché la carta dell’eclissi è piuttosto dinamica ma quello che si può dare per certo è che sarà il mondo emozionale ad essere toccato profondamente. Qualcuno che vuole starci vicino ma è fisicamente lontano, qualcuno che parte e va via, qualcuno che ci risveglia sentimenti mai spenti ma con essi anche tante paure. Ci sono anche interpretazioni più drammatiche ma le lascio agli altri. Intanto riprendono le comunicazioni con qualcuno del passato e si fanno più intime e meno superficiali. Attenzione a non reagire istintivamente come se il mondo ci fosse costantemente contro perché potremmo sbagliare ad interpretare le parole altrui.
Detto ciò vi invito a guardare il cielo la notte del 27 luglio, lo spettacolo sarà garantito.