Tempi da Mercurio retrogrado

Siamo nel periodo di retrogradazione di Mercurio, quel piccolo pianeta dal passo molto veloce che quando transita nei segni non ci se ne accorge nemmeno ma che quando diventa retrogrado è peggio di un sassolino nella scarpa durante una maratona! Che facciamo allora, non partecipiamo alla gara? Certo che ci partecipiamo ma dovremo per forza o avere un ritmo più lento di quello che avremmo voluto avere o fare una sosta non preventivata. Mercurio retrogrado ci impone di rallentare i ritmi, di fermarci a pensare a rivalutare ciò che si è fatto e che si sta facendo. Qualcosa ha bisogno di essere rivisto per funzionare meglio, spesso è il nostro atteggiamento da rivedere più che situazioni reali. Tutto sommato ci stimola alla pazienza per fare meglio dopo appena sarà tornato diretto.

Transiti estivi

Continua, ancora per poco, il lungo (lunghissimo dal mio punto di vista e di tutti i Sagittario) transito di Venere in Gemelli. Ad agosto finalmente si cambia energia che da aria diventa acqua. Poca cosa? Mica vero! Considerando che Marte è in Ariete e quindi sarà in quadratura a Venere direi che si scaldano i motori… certo che d’altra parte la tranquillità non sembra tanto vicina considerato lo stellium di pianeti in Capricorno che non renderanno le cose semplici. Nonostante ciò credo che il solo cambio di energia sarà sufficiente a far ripartire situazioni stagnanti, a rendere la vita amorosa più pepata perché va bene la socialità gemellina ma passare a qualcosa di più emozionante non può essere poi così male!

Venere in Gemelli

Niente male questa Venere! Quest’anno farà stazionamento e retrogradazione nel segno dei Gemelli che, ricordo, ha visto ben 13 mesi di opposizione di Giove al segno. Considerato che veniamo da mesi e mesi di stellium in Capricorno, l’elemento aria dei Gemelli pare proprio una boccata d’aria per tutti. Visto il periodo di obbligatoria quarantena riprendere il contatto con la realtà con una Venere a cui piace flirtare mi sembra un buon incentivo a crederci ancora. Tutti i segni sono coinvolti da questo transito, in particolare proprio i Gemelli e il segno opposto del Sagittario. A breve arriverà anche Marte in Ariete e allora il passo dal flirtare al viversi fisicamente è davvero breve!

Oroscopo 2020

Eccoci giunti alla fine dell’anno, tempo propizio per tirare le somme sull’anno appena trascorso e azzardare qualche lettura del cielo per l’anno che sta per venire. Le classifiche imperversano ovunque, c’è sempre chi propugna il segno più fortunato dell’anno quello in cui transita Giove e il più sfigato quello dove transita Saturno. Curiosità astrologica è che quest’anno i due pianeti transiteranno nello stesso segno, sono proprio curiosa di leggere come risolveranno il dilemma spicciolo alcuni…
Ma sappiamo bene che le cose non sono mai così semplici altrimenti due pianeti farebbero il gioco per tutti i segni. E gli altri pianeti dove li mettiamo? E le retrogradazioni? E le lunazioni? E le eclissi? Questo per dire che c’è molto da studiare prima di azzardare una pseudo classifica. Io farò qualcosa di diverso, vi svelerò non i segni che se la passeranno meglio ma le modalità, certo è che dovrete conoscere da soli a quali segni corrisponde una modalità! Vi faccio lavorare un po’, così da non farvi annoiare. I segni mobili saranno, a mio avviso, quelli che cavalcheranno meglio l’onda dei cambiamenti astrali, tutti e 4 i segni appartenenti alla modalità mobile. I segni cardinali della Bilancia e del Cancro invece faticheranno un po’ di più. Ma ce n’è un po’ per tutti durante il 2020, intendo un po’ di fortuna. Auguri!

Brevi anticipazioni sul 2020

Parlare già del 2020 può sembrare un tantino affrettato considerando che siamo ancora in pieno ottobre ma posso assicurarvi che la maggior parte degli astrologi che fanno previsioni scritte hanno già dato un’attenta occhiata ai transiti del nuovo anno. C’è addirittura chi ne parla da un paio di anni! Perché direte voi? Cosa c’è di così importante in cielo rispetto a quest’anno o a all’anno scorso? Molto. Vi dirò di più. C’è un evento astrale che non si ripete da così tanto tempo quasi da perderne memoria. Nel segno del Capricorno transitano già due giganti dello zodiaco,  Saturno e Plutone. Ebbene, dalla fine di quest’anno il duo si arricchirà del gigante gassoso Giove, ma non è finita! Nei primi mesi del 2020 si unirà anche Marte al banchetto. La cosa si fa seria, gli astrologi si dividono tra catastrofisti (i soliti… ) e i dubbiosi (meglio il dubbio alla certezza di sfiga). Io non mi colloco in nessuna delle due posizioni ma, tenendo i piedi ben fermi sullo studio, ho idea che l’effetto del quartetto non solo si farà sentire in maniera diversa a seconda della casa solare in cui transita e con quale angolarità si pone per ogni segno ma molto dipenderà da cosa ha già prodotto l’attuale transito di Saturno e Plutone in Capricorno. Questo perché Giove amplifica per cui se troverà tesori ne porterà di altri ma se troverà problemi li amplificherà. Marte allora, che farà? Sarà la miccia che accenderà un fuoco o brucerà tutto. Stay tuned.