Sole in Bilancia

Siamo nel pieno della stagione della Vergine, segno di terra e molti pianeti sono distribuiti proprio in questo elemento. Presto però, con l’ingresso del Sole in Bilancia, le geometrie celesti cambieranno e ci sarà una più variegata espressione dei quattro elementi acqua, terra, aria, fuoco.

La Carta d’ingresso del Sole in Bilancia, domificata convenzionalmente per Roma, coincide con l’equinozio d’autunno. L’ascendente è nel segno del regale Leone e il Sole è nel domicilio di Venere che lo governa e che a sua volta si trova in esilio in Scorpione.

La staffetta planetaria dei relativi governatori vede dunque il Sole in caduta e Venere in esilio. Nonostante il mese sia dedicato astrologicamente al pianeta Venere c’è poca forza di natura venusiana a colorare questa Carta. L’astro notturno, la Luna, ha invece maggiore forza poiché si trova in Pesci ed è congiunta a Nettuno nonché trigono a Venere stessa. Probabilmente la Luna sarà la forza veicolare del mese che trattiene l’energia gioviana dei Pesci e la rilascia a Venere che, sebbene in esilio, si trova nello stesso segno in cui transita Giove stesso, in Scorpione.

 

Annunci

Venere e Saturno in Scorpione

Dopo un’estate di prove tecniche in campo sentimentale, di nuovi inizi, di ritorni inaspettati, il 12 Settembre, Venere, la dea dell’amore e della bellezza, entra nel segno dello Scorpione, segno appartenente all’elemento Acqua dove l’amore si fa profondo, geloso, intenso e il 19 si congiunge con il Grande Vecchio, Saturno, dio della stabilità e dell’ordine. Quando le due energie, venusiane e saturnine si incontrano, l’amore diviene subito una questione seria, dal sapore di durata e di sostanza. Il tutto protetto dai beneauguranti appoggi planetari di Plutone, governatore proprio dello Scorpione, dal segno del Capricorno, da Nettuno, dio dei grandi ideali, dal segno dei Pesci e dal dio della fortuna, Giove, dal segno del Cancro. La mitologia ci ricorda che Venere è nata dalla schiuma del mare prodotta dal sangue dell’evirazione di Urano, dio dei cambiamenti, indicandoci quindi che ogni trasformazione porta in sé un seme di bellezza e di amore. Il cambiamento in questo caso è quello della prospettiva a lungo termine che ognuno può avere nei confronti delle potenzialità di sviluppo della propria relazione. Il contatto con Saturno indica chiaramente che il cammino da percorrere è quello della ricerca della stabilità, il cambiamento deve nascere dentro di sé, virando dall’eccitazione del flirt estivo alla necessità di approfondimento della relazione, dal ridimensionamento delle pretese ludiche in campo affettivo a favore di una discesa nei meandri dell’intimità relazionale come vuole l’elemento Acqua Scorpionica che predilige un’atmosfera sensibile e recondita. Sotto l’egida di Saturno, dio del Karma e del tempo, si diventa più riflessivi e capaci di scelte di vita, dal sapore destinico. Il suo incontro con Venere, protetto dalla triade Giove Nettuno Plutone, può rivelarsi quest’anno, più importante rispetto alla congiunzione che avviene ciclicamente tra i due pianeti una volta l’anno. Saturno in Scorpione non chiede di meglio che di essere messo alla prova dalla gelosia e dalla passione della bella Venere perché il rigore è il suo leit motiv di vita e l’incontro tra i due dei si preannuncia capace di dare passione e stabilità in amore a chi dunque voglia osare di più. (…)

Venere in Scorpione

Continua la mia ricerca attraverso le posizioni di Venere nel Tema Natale. Oggi ho approfondito con Angelo Damiotti la Venere che più di altre è stata nel tempo avvolta di mistero e dipinta a tinte fosche, Venere in Scorpione. Angelo Damiotti vive in Inghilterra dove lavora come Astrologo e Artista e dove ha conseguito il diploma in Astrologia psicologica al CPA
 Astroriflessioni: Ciao Angelo, sei pronto per questo viaggio alla ricerca della Venere più misteriosa?
 Angelo: sono appena tornato da lavoro quindi sono libero per una chiacchierata su Venere nello Scorpione
 Astroriflessioni: Venere nel suo esilio, sono state scritte pagine e pagine su questa posizione, non del tutto felici…
 Angelo: e’ una posizione che a me personalmente piace, di recente ho compreso come questi piazzamenti apparentemente debilitati possano spesso offrire qualcosa in piu’, pur comprendendo che e’ necessaria una certa crescita. A volte con il nostro gergo astrologico tendiamo a guardare alla realta’ in maniera troppo netta, bianco e nera, non ho mai detto a nessuno dei miei clienti “sei in esilio” di certo la funzione che il pianeta Venere vuole esprimere, per poter fare cio’ ha bisogno di una trasformazione, un’evoluzione tipica di chi ha pianeti nello Scorpione. Venere nello Scorpione, come tutte le altre posizioni di Venere dello zodiaco, ha un suo proprio gusto estetico, in questo segno sembra apprezzare tutto cio’ che e’ vivo, reale e non e’ un amante della superficialita’.
 Astroriflessioni: dal canto mio ho letto che questa posizione, in particolare, vibra ad un certo livello che pochi sanno e possono cogliere. Le vibrazioni che regala una tale Venere di solito è come due anime che si riconoscono a pelle
 Angelo: sì infatti le persone con Venere nello Scorpione quando sono consapevoli della necessita’ che questo piazzamento richiede (chiarezza dei propri bisogni, guardarsi dentro nel profondo) sono capaci di dare molto affetto, e costruiscono dei rapporti duraturi, questa Venere e’ in un segno fisso e di acqua, e come tale ha bisogno di fondersi con qualcuno o qualcosa che apprezzi veramente, i guai nascono quando questa venere non e’ integrata all’interno dell’oroscopo e non si comprende realmente cio’ che si vuole, o lo si rifiuta inconsciamente
 Astroriflessioni: è nel regno di Marte (Astrologia Classica) e di Plutone (Astrologia Contemporanea) di certo non ama cose banali, o persone banali, ha bisogno di emozioni forti, di scoprire, di tessere tele (lo Scorpione è un’ Aracnide) per avanzare lentamente ma implacabilmente ed è capace di grande fedeltà se le sue aspettative di con-divisione fisica-emotiva non vengono deluse dalla superficialità affettiva altrui
 Angelo: una cosa su cui riflettevo e’ il fatto che Venere sia in domicilio nei segni in cui Marte e’ il governatore, e Marte viceversa. Credo che questo ci dica qualcosa della natura dei due pianeti, Marte e’ un impulso per dare impronta verso l’esterno mentre venere anziche’ proiettarsi all’interno cresce dentro, Venere attrae. Marte e Venere sono due poli opposti. in questo segno Venere ama il piacere della conquista, e credo che spesso le persone con questa posizione si lancino in relazioni difficili, magari anche per potere di conquista, per poi essere vittime di questa ricerca; Venere nello Scorpione cresce molto quando non cerca solo all’esterno, ma e’ capace di dare qualcosa da dentro
 Astroriflessioni: Marte è l’azione ma essa nasce sempre per un desiderio e il desiderio appartiene a Venere per cui Marte lavora al servizio di Venere. Anch’io sono speranzosa su questa posizione anche perchè si tratta di un pianeta benefico per cui semplicemente userà modi diversi di amare ma è e resta pur sempre Venere
 Angelo: sì credo che sia molto importante per le persone con Venere nello Scorpione riconoscere questo bisogno di raggiungere la verita’ di ogni cosa, nelle relazioni e in qualsiasi cosa si dirigano, se questo bisogno per veridicita’ non e’ riconosciuto, allora si aprono dinamiche psicologiche spesso molto difficili ad esempio come quello di sentrsi traditi da una persona che non si e’ conosciuta veramente, con cui non si e’ realmente instaurato un rapporto basato. Come la sorella Venere in Capricorno questa posizione puo’ chiudersi in se stessi e credere che sia tutta colpa degli altri, come tutte i piazzamenti nello Scorpione, c’e’ la necessita’ di imparare a perdonare e riconoscere cio’ a cui uno e’ realmente legato, senza chiudersi in una bolla di cinismo per preservarsi da altre ferite.
Credo che l’ultima cosa che le persone con questa Venere debbano fare, e’ tentare di rinnegarsi e non accettare questo desiderio di vivere intensamente. La nostra cultura a volte recrimina certi atteggiamenti che in alcuni contesti vengono considerati “eccessivi” o “scabrosi” o moralmente “inadatti”. Rinnegare questi lati e’ uno sbaglio che se si compie, si fnisce con l’ appiattire il carisma e il magnetismo erotico che questa posizione conferisce
 Astroriflessioni: Una Venere in Scorpione poi, può estremizzare ulteriormente la sua natura con un’eventuale aspetto a Marte
 Angelo: Darby Costello mi disse che la perosna con Marte e Venere nel medesimo segno spesso ama e odia allo stesso tempo, riuscire a mantenere un rapporto con una persona che si apprezzi ma che non si puo’ controllare in tutto e per tutto. È un paradosso, ma anche una ricchezza.
 Astroriflessioni: l’elogio della passione direi! grazie della bella chiacchierata, alla prossima!